mercoledì 14 dicembre 2016

L'ALBERO DI NATALE



Non contribuisci a disboscare foreste di abeti che ogni anno vengono attaccate per abbellire le case solo per qualche settimana.... L'albero di Natale, lasciamolo nel suo ambiente naturale!

 IL VALORE SIMBOLICO DELL'ALBERO DI NATALE

"L’albero di Natale arricchisce il valore simbolico del presepe, che è un messaggio di fraternità e di amicizia; un invito all’unità e alla pace; un invito a far posto, nella nostra vita e nella società, a Dio, il quale ci offre il suo amore onnipotente attraverso la fragile figura di un Bimbo, perché vuole che al suo amore rispondiamo liberamente con il nostro amore. 
L’albero portano quindi un messaggio di speranza e di amore, e aiutano a creare il clima propizio per vivere nella giusta dimensione spirituale e religiosa il mistero della Nascita del Redentore. 
Natale è festa cristiana e i suoi simboli costituiscono importanti riferimenti al grande mistero dell’Incarnazione e della Nascita di Gesù. 
Il Creatore dell’universo, facendosi bambino, è venuto tra noi per condividere il nostro umano cammino; si è fatto piccolo per entrare nel cuore dell’uomo e così rinnovarlo con la onnipotenza del suo amore. 
E’ per questa ragione, ha aggiunto, che è necessario prepararsi “ad accoglierlo con fede animata da salda speranza. 
L’albero e il presepio sono elementi di quel clima tipico del Natale che fa parte del patrimonio spirituale delle nostre comunità. 
E’ un clima soffuso di religiosità e di intimità familiare, che dobbiamo conservare anche nelle odierne società, dove talora sembrano prevalere la corsa al consumismo e la ricerca dei soli beni materiali. 
L’albete in particolare è un significativo simbolo del Natale di Cristo, perché con le sue foglie sempre verdi richiama la vita che non muore. 
Mantenete vive queste belle tradizioni così sentite, e impegnatevi a renderle sempre più manifestazioni di una vita cristiana autentica ed operosa. 
Papa emerito Benedetto XVI"

martedì 6 dicembre 2016

LITANIES AUX SAINTS EXORCISTES ou à ceux qui ont lutté contre le démon durant leur vie.


  San Benedetto da Norcia
 
Pour solliciter les saints qui nous ont précédés dans le combat contre le démon
et qui sont nos protecteurs privilégiés aujourd'hui.


 Au Nom du  Père et du Fils et du Saint-Esprit.
Amen.
Seigneur, ayez pitié de nous.
Jésus-Christ, ayez pitié de nous.
Seigneur, ayez pitié de nous.
Jésus-Christ, écoutez-nous.
Jésus-Christ, exaucez-nous.
 Père céleste qui êtes Dieu, ayez pitié de nous.
Fils Rédempteur du monde qui êtes Dieu, ayez pitié de nous.
Esprit-Saint qui êtes Dieu, ayez pitié de nous.
 Trinité Sainte qui êtes un seul Dieu, ayez pitié de nous.
 Sainte Marie, reine des Anges, priez pour nous.
 Saint Michel Archange, priez pour nous.
Saint Raphaël Archange, priez pour nous.
Saint Gabriel Archange, priez pour nous.
 Les sept Princes Assistants au Trône de Dieu, priez pour nous.
Nos saints Anges gardien, priez pour nous.
Saint Chœur des Puissances, priez pour nous.
Tous les saints Chœurs des Anges, priez pour nous.
 Saint David, Saint Moïse, Saint Élie, Saint Élisée,
Saint Isaïe, Saint Job, Saint Balthasar,
Saint Joseph, terreur des démons,
Tous les saints Patriarches et Prophètes, priez pour nous.
 Saint Étienne,
Saint Pierre et Saint Paul,
Saint Jean, Saint Jacques le majeur,
Saint André, Saint Barthélémy,
Saint Mathias, Saint Matthieu,
Saint Marc, Saint Luc,
Tous les saints Apôtres et Évangélistes, priez pour nous.
 Saint Philippe le diacre, Saint Antipas de Pergame,
Les soixante-douze disciples du Seigneur,
Saint Lin de Volterra, Saint Romulus de Fiesole,
Saint Siméon de Jérusalem, Saint Ignace d'Antioche,
Saint Hermès, Saint Denis,
Saint Eudoxie de Baalbek, Sainte Livrade de Pavie,
Saint Potito le Roumain, Saint Apollinaire de Ravenne,
Saint Calixte 1er, Sainte Martine,
Saint Hippolyte le Théologien, Sainte Apolline d'Alexandrie,
Saint Aurélien, Saint Christophe le Scythe,
Saint Cyrille de Corfoue, Saint Triphon d'Apamée,
Saints Alphie, Philadelphe et Cirin de Sicile,
Saint Phantin de Rome, Saint Romain de Rome,
Saint Valentin de Terni, Saint Counon l'Isaurien,
Saint Sernin de Toulouse, Saint Gorgon de Rome,
Saint Quint de Phrygie, Saint Sébastien,
Saint Cosme et Damien, Saint Julien de Brioude,
Saint Vital d'Agaune, Saint Nazaire,
Saint Romain d'Antioche, Saint Anthime le Grand,
Saint Guy de Trapani, Saint Firmin d'Amiens,
Saint Georges, Saint Pierre l'exorciste,
Sainte Pauline, Saint Procope de Palestine,
Saint Nestor de Thessalonique, Saint Cyprien,
Sainte Justine d'Antioche, Saint Pancrace le Néophyte,
Sainte Julienne de Nicomédie, Saint Pantalèon de Nicomédie,
Saint Demetrios le Myroblite, Sainte Catherine d'Alexandrie,
Saint Frontinien de Carcassonne, Saint Philicos de Rome,
Saint Memme l'exorciste, Sainte Marguerite d'Antioche,
Saint Longin de Marseille, Saint Thibéry d'Agde,
Saint Donat d'Arezzo, Saints Jean et Paul,
Saint Sérapion le Scholastique, Saint Antonin d'Alexandrie,
Saint Didier de Langres, Saint Léonce de Tripoli,
Sainte Quitterie de Gascogne, Saint Caprais d'Agen,
Saint Anastase de Sergiopolis, Sainte Dymphne de Brabant,
Saint Bertaud d'Arras, Saint Théofred du Puy en Velay,
Saint Pierre de Vérone, Saint Josaphat Kuncewicz,
Saints Martyrs de l'Ouganda,
Tous les saints Martyrs, priez pour nous.
 Sainte Marie-Madeleine, Sainte Marthe,
Sainte Pélagie d'Antioche, Saint Arsace de Nicomédie,
Saint Paul de Thèbes, Saint Pacôme,
Saint Agathon, Saint Martinien de Césarée,
Saint Moïse l'Ethiopien, Saint Thomas de malée,
Saint Antoine le Grand, Sainte Isadora la Stupide,
Saint Hilarion le Grand, Saint Basile le Grand,
Saint Macaire le Grand, Saint Nathanaël de la Thébaïde,
Saint Ampelio de la Thébaïde, Saint Maroun,
Sainte Euphrasie de Tipaza, Saint Arsène le Grand,
Saint Jacques le Grand, Saint Siméon Stylite d'Antioche,
Saint Talalaos de Cilicie, Saint Euthime de Mélitène,
Saint Daniel Stylite, Saint Gibrien de Chalons,
Saint Cado d'Auray, Sainte Théodora d'Alexandrie,
Saint Théodore de Constantinople, Saint Briac de Bretagne,
Saint Jacut de Bretagne, Saint Cyriaque de Corinthe,
Saint Romain de Subiaco, Saint Caloger de Scaccia,
Saint Gildas de Rhuys, Saint Léonard de Noblat,
Saint Siméon le Fou, Saint Hospice de Villefranche-sur-Mer,
Saint Siméon Stylite d'Alep, Saint Victurnien du Limousin,
Saint Gall de Brégenz, Saint Josse de Ponthieu,
Saint Cénéré de Saulges, Sainte Gudule de Bruxelles,
Saint Gilles de Nîmes, Saint Pierre l'Athonite,
Saint Gérard d'Aurillac, Saint Phantin de Calabre,
Saint Athanase l'Athonite, Saint Nicodème de Kellerana,
Saint Siméon de Syracuse, Saint Thibaud de Vicence,
Saint Guillaume Firmat, Saint Galgan Guidotti,
Saint Avertin de Tours, Saint Pierre de Goritz,
Saint Silouane l'Athonite,
Tous les saints Moines et Ermites, priez pour nous.
 Saint Aspremo de Naples, Saint Grégoire le Thaumaturge,
Saint Nicolas de Myre, Saint Vicinio de Sarsina,
Saint Géminien de Modène, Saint Achille le Thaumaturge,
Saint Théodule de Martigny, Saint Hilaire de Poitiers,
Saint Zénon de Vérone, Saint Urbain de Langres,
Saint Elide de Clermont-Ferrand, Saint Ambroise de Milan,
Saint Martin de Tours, Saint Jean Chrysostome,
Saint Amator d'Auxerre, Saint Augustin,
Saint Germain l'Auxerrois, Saint Maxime de Riez,
Saint Patrick, Saint Théodoret de Cyr,
Saint Loup de Troyes, Saint Séverin d'Aguaune,
Saint Éleuthère de Tournay, Saint Sabas le Sanctifié,
Saint Florentin d'Arles, Saint Rémi de Reims,
Saint Aubin d'Angers, Saint Benoît de Nursie,
Saint Hilaire de Galeata, Saint Samson de Dol,
Saint Pol Aurélien de Léon, Saint Grat d'Aoste,
Saint Hervé de Lanhouarneau, Saint Maur de Granfeuil,
Saint Véran de Cavaillon, Saint Jean de Constantinople,
Saint Théodore d'Ancyre, Saint Colomban de Luxeuil,
Saint Jean d'Alexandrie, Saint Méen de Brocéliande,
Saint Titien d'Oderzo, Saint Romain de Rouen,
Saint Jean Climaque du Sinaï, Saint Ennemond de Lyon,
Saint Évroult du Pays d'Ouche, Saint Menoux de Quimper,
Saint Sever d'Avranches, Saint Élige de Noyon,
Saint Adelphe de Remiremont, Sainte Aldegonde de Maubeuge,
Saint Achaire de Jumièges, Saint Gilbert de Meaux,
Saint Hidulphe du Hainaut, Saint Wulfran de Sens,
Sainte Berthe de Blangy, Saint Hugues de Rouen,
Saint Willibrord du Luxembourg, Saint Vandon de Saint-Wandrille,
Saint Antonin de Sorrente, Saint Oswald d'York,
Saint Wolgang de Ratisbonne, Saint Étienne de Macerrata,
Saint Romuald de Ravenne, Saint Cyriaque de Buonvicino,
Saint Procope de Bohème, Saint Jean Gualbert,
Saint Bernard de Menton, Saint Bruno,
Saint Luc de Melicuccà, Saint Bernard de Clairvaux,
Saint Ubald de Gubbio, Saint Guillaume d'Eskil,
Saint Raymond Nonnat, Saint André Corsini, Saint François de Sales.
Tous les Saints Évêques et Abbés, priez pour nous.
 Saint Nymphos de Cahors, Saint Ephrem le Syrien,
Saint Mathurin de Larchant, Saint Alexis l'Homme de Dieu,
Saint Philippe d'Agira, Saint Léon de Catane,
Saint Amable de Riom, Saint Félix de Valois,
Saint Dominique de Guzman, Saint François d'Assise,
Saint Antoine de Padoue, Sainte Élisabeth de Hongrie,
Saint Hyacinthe de Cracovie, Saint Sylvestre d'Ancône,
Saint Nicolas de Tolentino, Saint Pellegrin de Forli,
Sainte Flore de Beaulieu, Saint Yannick de Quimper,
Saint Conrad Confalonieri, Sainte Brigitte de Suède,
Sainte Catherine de Sienne, Sainte Catherine de Suède,
Saint Vincent Ferrier, Sainte Julienne de Falconieri,
Sainte Françoise Romaine, Sainte Colette de Corbie,
Saint Jean de Capistran, Saint Nicolas de Flüe,
Sainte Angèle Merici, Saint Basile le Benêt,
Saint Ignace de Loyola, Saint Stanislas Kostka,
Sainte Catalina de Majorque, Sainte Thérèse d'Avila,
Saint Jean de la Croix, Saint Philippe Néri,
Saint André Avellin, Sainte Rose de Lima,
Saint Jean Berchmans, Saint Vincent de Paul,
Saint Bernard de Corleone, Saint Louis-Marie Grignon de Montfort,
Sainte Véronique Juliani, Saint Paul de la Croix,
Saint Vincent Pallotti, Saint Jean-Marie Vianney, curé d'Ars,
Saint Jean Bosco, Sainte Thérèse de l'Enfant-Jésus,
Sainte Gemma Galgani, Sainte Faustine Kowalska,
Saint Luigi d'Orione, Saint Léopold Mandic,
Saint Padre Pio de Petrelcina
Tous les Saints Fondateurs et Confesseurs, intercédez pour nous.
 Agneau de Dieu qui enlevez les péchés du monde, pardonnez-nous Seigneur.
Agneau de Dieu qui enlevez les péchés du monde, exaucez-nous Seigneur.
Agneau de Dieu qui enlevez les péchés du monde, ayez pitié de nous.
 V/ Rendez-nous dignes de vous louer, ô Vierge Sainte.
R/ Donnez-nous la force de combattre vos ennemis.

 Prions
Ô Dieu qui par la Vierge Marie, avez donné à vos Saints la grâce de combattre le démon, accordez-nous d'imiter leurs vertus afin de ressentir les bienfaits de leur protection et de trouver la force de marcher sur leurs pas. Par Notre Seigneur Jésus-Christ, votre Fils, qui étant Dieu, vit et règne avec Vous dans l'unité du Saint-Esprit pour les siècles des siècles. Amen.

martedì 1 novembre 2016

TUTTI I SANTI o l'ardentissimo desiderio di santità

"Un discepolo andò dal suo maestro e disse: Maestro voglio trovare Dio. Il maestro sorrise. E siccome faceva molto caldo, invitò il giovane ad accompagnarlo a fare un bagno nel fiume. Il giovane si tuffò e il maestro fece altrettanto. Poi lo raggiunse e lo agguantò, tenendolo a viva forza sott'acqua. Il giovane si dibatté alcuni istanti, finché il maestro lo lasciò tornare a galla. Quindi gli chiese che cosa avesse più desiderato mentre si trovava sott'acqua. - L'aria - rispose il discepolo. Desideri Dio allo stesso modo - gli chiese il maestro? - Se lo desideri così, non mancherai di trovarlo. Ma se non hai in te questa sete ardentissima, a nulla ti gioveranno i tuoi libri. Non potrai trovare la santità, se non la desideri come l'aria per respirare".

Dai Padri del deserto.

venerdì 14 ottobre 2016

Padre Gilles l’esorcista di Alassio

Alassio“Il diavolo? Lo prendo a bastonate con la preghiera e la forza di Gesù”. Padre Gilles Jeanguenin, 56 anni, nato in Svizzera, alassino di adozione, da quasi 20 è l’esorcista della Diocesi di Albenga-Imperia. A lui si rivolgono almeno 300/400 persone all’anno “ma non tutte – precisa – il sacerdote – hanno problemi con il demonio! Talvolta cercano una parola buona o un aiuto perché sono in difficoltà”.
Nei suoi vent’anni di ministero ha seguito casi delicati e complessi. “Gesù ha dato alla Chiesa un mandato preciso: “cacciate i demoni, guarite i malati e io combatto il demonio, non con la mia forza, certo, ma con quella di Gesù! Compio il mio ministero con gioia, perché voglio un gran bene alle persone che incontro. Il diavolo forse non è molto contento – sorride padre Gilles – ma voglio svolgere il mio operato con umiltà e competenza al servizio di chi soffre”.
Perché si rivolgono a lei le persone che hanno bisogno di conforto e di aiuto? “In questi tempi c’è carenza di spiritualità e di vera umanità: la società è in crisi per la perdita di valori. In questo modo c’è sempre meno spazio per la compassione, la tenerezza, l’umilità, la delicatezza. Sicuramente si pensa troppo solo ai beni materiali di questo mondo, che spesso chiudono il cuore dell’uomo e lo rendono arido – risponde il padre esorcista – A tutti cerco di dare un messaggio di speranza e di fiducia in Dio, che inizia con l’ascolto e la cordialità di un sorriso. Accolgo tutti senza chiedere nulla”.
Bisogna impedire che il demonio, sempre molto attivo, possa trovare terreno fertile nel calo della fede e nella superstizione. E per padre Gilles questo è un ministero che va fatto con amore nella grazia di Dio.  “Il mio servizio serve anche a combattere la sfiducia e il pessimismo che purtroppo sono dilaganti”, sottolinea.
“Ogni giorno apro la mia porta a persone bisognose – precisa il religioso svizzero– alcune sono tormentate dal diavolo o dalla paura di essere vittima di qualche maleficio, altre hanno perso la fiducia in sé e negli altri, altre ancora sono confuse o depresse, ma tutte sono bisognose di qualcuno che le aiuti e le ascolti. Io sono qui per loro”.
Lui è uno dei pochi esorcisti che operano in Liguria. Si è laureato in teologia presso l’Università di Friburgo e ha ricevuto l’ordinazione presbiterale nel 1989 ad Aosta. Padre Gilles è specializzato in demonologia e psicopatologia clinica. E’ membro dell’Associazione Internazionale degli Esorcisti, oblato secolare dell’ordine benedettino, affiliato all’Ordine della Visitazione. E’ inoltre autore di numerosi libri di spiritualità, relatore e predicatore di ritiri spirituali. E’ stato richiesto anche nella formazione di neo-esorcisti all’estero, in particolare a Reims e a Orleans, in Francia. “Collaboro spesso anche con la Diocesi di Nizza. Anche in Costa Azzurra c’è bisogno di una persona esperta che possa portare la sua esperienza nel trattare casi e situazioni complesse”.
Prima di esercitare questo servizio ha studiato moltissimo: si è preparato con studi di teologia e di psicopatologia e con la pratica dell’esorcismo presso esorcisti di provata esperienza, come Padre Amorth e La Grua, già esorcista a Palermo.
Oggi si rivolgono a Padre Gilles donne, uomini anche coppie che scoppiano, giovani con problemi psicologici, persone che credono di essere possedute dal demonio, ma che molte volte hanno solo bisogno di essere rincuorate. “Li ricevo nel mio studio o nella cappella dove celebro messa. Arrivano da me perché sono stati mandati da parrocchie o medici, ma anche il tam tam funziona bene – spiega padre Gilles – I miei non sono “poteri”, il mio è solo un servizio che volgo per mandato del vescovo. Il vescovo Borghetti, anche se molto impegnato alla guida della Diocesi, ha sempre un pensiero per l’esorcista diocesano e gli ha già ricordato l’importanza di tale ministero.
Alcune persone sono finite nel vortice di sensitivi o maghi che hanno offerto loro solo false soluzioni ai loro problemi. Padre Gilles, opera con uno spirito diverso seguendo l’esempio del grande cultore della spiritualità ovvero San Francesco da Sales, vescovo di Ginevra, che combatteva il male con la dolcezza, la mitezza e la fiducia in Dio. “E’ stato un grande combattente contro il demonio. Ogni giorno, quando mi alzo, penso ad una sua frase che guida la mia vocazione: “ Fare tutto per amore, niente per forza”… E il diavolo resta alla porta.

 di Giò Barbera - 12 ottobre 2016 per iv
http://www.ivg.it/2016/10/padre-gilles-lesorcista-alassio-assiste-400-persone-bisognose-aiuto/



domenica 18 settembre 2016

Lutto di Don Gabriele Amorth, Esorcista della diocesi di Roma




Il nostro carissimo don Gabriele Amorth, alle 19,50 di oggi, venerdì 16 settembre 2016, in seguito ad un arresto cardiocircolatorio, ha concluso il suo cammino terreno. Lo ricordiamo ammirati per il vivo affetto e la carità straordinaria che ha sempre dimostrato verso le persone da lui assistite. Per circa trent’anni, infatti, si è prodigato per alleviare le sofferenze di tanti fratelli e sorelle, dedicandosi ad essi con impegno instancabile, sostenendoli e incoraggiandoli nelle loro dure prove e ravvivando continuamente in loro la speranza.

sabato 20 agosto 2016

Intervista all'esorcista Padre Gilles

"Se don Ferruccio a Sanremo ci racconta che nella sua Diocesi le richieste di “aiuto” sono un centinaio all’anno,  Padre Gilles Jeanguenin, l’esorcista della Diocesi, assicura che a lui si rivolgono circa 400 persone ogni anno. Naturalmente - precisa lo stesso sacerdote, non tutti sono necessariamente «posseduti dal demonio». 

- Padre Gilles, come ha scoperto questa sua capacità, o attitudine, e come l'ha sviluppata nel tempo?

- «Non si tratta di capacità intesa come potere spirituale o un dono particolare. La lotta contro il demonio e contro il male in generale fa parte integrante della vita di ogni cristiano. Chi scegliedi seguire Cristo, infatti, si scontra contro il Nemico della nostra salvezza, il diavolo. L’esorcista, che opera in virtù del suo sacerdozio, riceve dal vescovo il compito di aiutare i fratelli a combattere il demonio e a liberarsi dalla sua schiavitù. Prima di esercitare questo servizio mi sono preparato con studi di teologia e di psicopatologia e con la pratica dell’esorcismo presso esorcisti di provata esperienza. Partecipo anche a incontri formativi per esorcisti. E’ molto importante sentirsi uniti tra esorcisti per vivere momenti di comunione, di preghiera e per scambiare esperienze».

- Da quanto tempo esercita questa attività?

- «Da vent’anni all’incirca » .

- Chi si rivolge a Lei sono tutti credenti oppure anche laici?
- «Si rivolgono a me tante persone e non solo quelli che frequentano la Chiesa! Molti cercano risposte circa un disagio personale o espongono le difficoltà di una vita travagliata e tormentata. Ho incontrato persone di altre religioni che sono venute a chiedere un aiuto spirituale: protestanti, ortodossi e persino qualche musulmano».

- Come si può manifestare il Diavolo?

«In modo subdolo, il Diavolo si manifesta nel male, nel peccato e laddove vi sono disumanizzazione,
odio, violenza e ingiustizia. Egli cerca di traviare il cuore e la mente cercando di attirare l’uomo nel peccato, come avviene con la tentazione. Lo spirito del male s’insinua nella vita di ognuno di noi, come nella politica, nella società, nelle famiglie e persino negli ambienti clericali…
Non bisogna mai abbassare la guardia, perché il Maligno è molto astuto, avvincente, seduttore e menzognere. L’azione straordinaria del demonio esiste realmente, come succede nella vessazione, nell’infestazione diabolica e nei vari disturbi che il demonio può infliggere all’uomo. La possessione
diabolica è meno frequente, tuttavia, mi sono occupato di diversi casi gravi di possessione. La liberazione dal maligno è sempre dovuta alla misericordia di Dio e non alla “bravura” dell’esorcista. Noi siamo solo strumenti nella mano di Dio, che ha mandato il proprio Figlio a sconfiggere l’Avversario e a salvare l’umanità ». 

- Nei limiti della privacy può raccontare qualche episodio particolare accaduto in questi anni ?
- «Gli episodi non mancano, certo, ma preferisco non pubblicare fatti accaduti recentemente nei quali qualcuno potrebbe riconoscere la propria storia».

- Quanti casi registrate indicativamente ogni anno?
- «All'incirca sono quattrocento le persone che in un anno ricevo e che si rivolgono a me per un
consulto ma non necessariamente tutte questesono possedute dal Demonio».

Pierantonio Ghiglione
"LA RIVIERA" 18/07/2016

venerdì 22 aprile 2016

Nada te turbe

video


“Nulla ti turbi, nulla ti spaventi,
tutto passa, Dio non cambia.
Con la pazienza tutto si ottiene,
chi possiede Dio non manca di nulla,
Dio solo basta…”.

Santa Teresa d'Avila

lunedì 11 aprile 2016

Poesia

Campane di Pasqua festose
che a gloria quest’oggi cantate,
oh voci vicine e lontane
che Cristo risorto annunciate,
ci dite con voci serene:
“Fratelli, vogliatevi bene!
Tendete la mano al fratello,
aprite la braccia al perdono;
nel giorno del Cristo risorto
ognuno risorga più buono!”
E sopra la terra fiorita,
cantate, oh campane sonore,
ch’è bella, ch’è buona la vita,
se schiude la porta all’amore.

di Gianni Rodari (1920-1980)

 

martedì 22 marzo 2016

PER CELEBRARE LA MISERICORDIA

 
Dio onnipotente e misericordioso, 
che in modo mirabile hai creato l’uomo
e in modo più mirabile l’hai redento, 
tu non abbandoni il peccatore, 
ma lo cerchi con amore di Padre. 
Nella passione del tuo Figlio 
hai vinto il peccato e la morte 
e nella sua risurrezione 
ci hai ridato la vita e la gioia. 
Tu hai effuso nei nostri cuori lo Spirito Santo, 
per farci tuoi figli ed eredi; 
tu sempre ci rinnovi con i sacramenti di salvezza,
perché, liberati dalla schiavitù del peccato, 
siamo trasformati di giorno in giorno 
nell’immagine del tuo diletto Figlio. 
Noi ti lodiamo e ti benediciamo, Signore, 
in comunione con tutta la Chiesa, 
per queste meraviglie della tua misericordia, 
e con la parola, il cuore e le opere 
innalziamo a te un canto nuovo. 
A te gloria, o Padre, per Cristo, 
nello Spirito Santo, 
ora e nei secoli eterni. Amen.


Preghiera conclusiva di ringraziamento, in CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA, 
Rituale Romano riformato a norma dei decreti del Concilio Vaticano II e promulgato da papa Paolo VI, 
Rito della Penitenza, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 1984, n. 57, p. 92.

domenica 20 marzo 2016

La Prière des Travailleurs

Notre Père qui est au bureau,
Que le travail soit léger,
Que les patrons partent en vacances
Que notre volonté soit faite
Au bureau comme à la maison
Donne-nous aujourd’hui un jour de congé
Une semaine de récupération
Et un mois de réflexion
Pardonne-nous nos absences
Comme nous pardonnons aussi
A ceux qui nous font travailler.
Ne nous soumet pas aux observations,
Aux baisses de salaire,
Aux embargos et aux heures supplémentaires.
Mais délivre-nous de cet enfer.
Car c’est a toi qu’appartient le pouvoir
D’augmenter notre salaire et nos jours de congé,
Tout en diminuant notre travail,
Amen.